La prima cosa da fare, quando decidete di realizzare un sito web, è capire di che tipo di sito web avete realmente bisogno. Analizzare le necessità permetterà di effettuare una prima scrematura.

La prima grande distinzione è quella tra siti web e-commerce e i siti web non e-commerce. Una volta chiarita la necessità o meno di vendere dei prodotti o servizi, si possono iniziare a considerare altre necessità.

Nel caso di un sito web e-commerce, Le quattro tipologie principali sono B2B (business to business), B2C (business to consumer), C2C (consumer to consumer) e C2B (consumer to business). Un sito e-commerce necessita di una piattaforma e-commerce, vale a dire di un software con una serie di strumenti per gestire il catalogo, gli ordini, le spedizioni, i pagamenti, la fatturazione, il marketing e molto altro. Esistono varie soluzioni disponibili per creare un e-commerce e vendere i propri beni o servizi online ma, in questa sede, parleremo delle soluzioni senza hosting incluso, ossia che prevedono l’acquisto di un dominio e di un proprio spazio web, e l’installazione di un CMS (Contenent Management System) cioè di un software per la gestione di tutti i contenuti dell’e-commerce.
Tra i CMS più utilizzati per la creazione di siti e-commerce ci sono:

Prestashop: è un CMS open source, un software intuitivo e poco pesante. Il negozio on line viene gestito tramite il back office (pannello amministratore). Le estensioni da installare per avere più funzionalità sono quasi tutte a pagamento ma di ottima qualità.

Magento: è uno dei CMS open source più completi e professionali, ideale per grossi negozi e multinegozi. Si tratta di una piattaforma non intuitiva come Prestashop ma che offre parecchie funzionalità avanzate ed un alto livello di personalizzazione del negozio. Le estensioni o plugin da installare sono sia gratuite che a pagamento.

Woocommerce: è un plugin open source da installare sulla piattaforma WordPress. E’ ideale, quindi, per realizzare negozi on line anche nel caso di siti web già esistenti (realizzati con WordPress). Permette di gestire tutti gli aspetti di un negozio con grande facilità d’uso. E’ possibile integrare le funzioni dell’e-commerce con un gran quantitativo di plugin ed estensioni, molti dei quali gratuiti.

Nel caso di un sito web non destinato alla vendita di beni o servizi, l’utilizzo principale ne caratterizza la tipologia, individuandone quattro più diffuse: il sito vetrina (presentazione aziendale o portfolio), il blog (con contenuti editoriali), la landing page (pagina di destinazione), il sito su misura con particolari funzionalità.